Investire nei Mercati Emergenti

Prospettive

Nuova direzione: una nota da Stephen Dover

Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese, Olandese, Tedesco, Polacco

Se avete letto il blog “Investire nei mercati emergenti” e seguito le imprese e le riflessioni del leggendario investitore nei mercati emergenti Mark Mobius su Twitter, avrete probabilmente notato che sono in corso alcuni cambiamenti. Sebbene Mark abbia ora lasciato Franklin Templeton, il nostro team di esperti professionisti dell’investimento ha ancora molto da dire sui mercati emergenti.

Continuate pertanto a leggere “Investire nei mercati emergenti” in quanto i nostri gestori di portafoglio e analisti di ricerca esperti di mercati emergenti offrono analisi dei mercati di tutto il mondo in cui vivono e di cui si occupano. Illustreranno storie d’investimento osservate nel corso dei loro viaggi, incluse le visite condotte personalmente in società che hanno sede, o conducono attività significative, nei mercati emergenti. Oltre a riflessioni sui mercati azionari, l’area di analisi di questo blog sarà ampliata per includere anche analisi periodiche dei mercati emergenti elaborate dai nostri professionisti dell’investimento obbligazionario.

Penso che troverete questi articoli avvincenti e ricchi di informazioni e vi incoraggio a iscrivervi alla newsletter del blog in modo da non perdere nessun aggiornamento.

Desidero inoltre comunicarvi un’interessante nomina in quest’area di Franklin Templeton, di cui sono particolarmente entusiasta. Manraj S. Sekhon, CFA, è stato nominato Chief Investment Officer (CIO) di Emerging Markets Equity e sovrintenderà ai team azionari dei mercati emergenti di tutta l’organizzazione. Manraj apporta oltre vent’anni di esperienza nell’area dei mercati emergenti ed è un leader riconosciuto nel campo degli investimenti globali. Lavorerà nella sede Franklin Templeton di Singapore e sovrintenderà ai nostri oltre 80 professionisti dell’investimento azionario nei mercati emergenti, che operano in 20 uffici in tutto il mondo. Leggerete sicuramente i suoi interventi in queste pagine!

Vantiamo una lunga storia d’investimento nei mercati emergenti e sono certo che una nuova generazione di leader seguirà le orme della grande tradizione inaugurata da Mark Mobius e Sir John Templeton. Mobius e Templeton unirono le loro forze oltre 30 anni fa per lanciare la nostra prima offerta pubblica per i mercati emergenti e alcuni dei membri originari del team fanno parte ancora oggi di Franklin Templeton.

Abbiamo un team ampio ed esperto in materia di azioni dei mercati emergenti, che continuerà a lavorare adottando un approccio all’investimento bottom-up, direttamente sul campo, per individuare opportunità d’investimento che potrebbero essere sfuggite ad altri. Continuate a leggerci!

CFA® e Chartered Financial Analyst® sono marchi di proprietà del CFA Institute.

 

Note Informative e Legali

I commenti, le opinioni e le analisi di Mark Mobius hanno finalità esclusivamente informative e non devono essere considerati come consulenza su singoli investimenti o raccomandazioni d’investimento in titoli specifici o per adottare strategie d’investimento specifiche. Poiché le condizioni economiche e di mercato sono soggette a rapidi cambiamenti, i commenti, le opinioni e le analisi riportati sono quelli alla data della loro pubblicazione e potrebbero cambiare senza preavviso. Il materiale non intende costituire un’analisi completa di ogni fatto sostanziale concernente qualsiasi paese, regione, mercato, industria, investimento o strategia.

Nella redazione di questo materiale potrebbero essere stati utilizzati dati provenienti da fonti esterne che non sono stati controllati, validati o verificati in modo indipendente da Franklin Templeton Investments (“FTI”). FTI non si assume alcuna responsabilità in ordine a perdite derivanti dall’uso di queste informazioni e la considerazione dei commenti, delle opinioni e delle analisi in questo materiale è a sola discrezione dell’utente. Prodotti, servizi ed informazioni potrebbero non essere disponibili in tutte le giurisdizioni e sono offerti da società affiliate di FTI e/o dai rispettivi distributori come consentito dalle leggi e normative locali. Si invita a rivolgersi al proprio consulente professionale per ulteriori informazioni sulla disponibilità di prodotti e servizi nella propria giurisdizione.

Quali sono i rischi?

Tutti gli investimenti comportano rischi, inclusa la possibile perdita del capitale. Il valore degli investimenti può subire rialzi e ribassi; di conseguenza, gli investitori potrebbero non recuperare l’intero ammontare del proprio investimento. Gli investimenti esteri comportano rischi particolari quali fluttuazioni dei cambi, instabilità economica e sviluppi politici. Gli investimenti nei mercati emergenti, un segmento dei quali è costituito dai mercati di frontiera, implicano rischi più accentuati connessi con gli stessi fattori, oltre a quelli associati alle dimensioni minori dei mercati in questione, ai volumi inferiori di liquidità ed alla mancanza di strutture legali, politiche, economiche e sociali consolidate a supporto dei mercati mobiliari. I rischi associati ai mercati emergenti sono generalmente amplificati nei mercati di frontiera poiché gli elementi summenzionati (oltre a vari fattori quali la maggiore probabilità di estrema volatilità dei prezzi, illiquidità, barriere commerciali e controlli dei cambi) sono di norma meno sviluppati nei mercati di frontiera. I prezzi delle azioni subiscono rialzi e ribassi, talvolta estremamente rapidi e marcati, a causa di fattori che riguardano singole società, particolari industrie o settori o condizioni di mercato generali. I prezzi delle obbligazioni si muovono di norma in direzione opposta a quella dei tassi d’interesse. Di conseguenza, a mano a mano che i prezzi delle obbligazioni detenute in un portafoglio d’investimento si adeguano ad un aumento dei tassi d’interesse, il valore del portafoglio può diminuire.

Leave a reply

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con un asterisco sono obbligatori *