Investire nei Mercati Emergenti

Come sfuggire a pallonate e squali a Recife, in Brasile

Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese, Cinese semplificato, Francese, Tedesco, Spagnolo

Recife, capitale dello stato di Pernambuco, sulla costa nordorientale del Brasile, è conosciuta anche come la “Venezia del Brasile” per i suoi innumerevoli ponti e canali. Caratterizzata da un clima tropicale caldo e solare come la sua popolazione, la città ha rappresentato una interessante visita per il nostro team dei mercati emergenti. I residenti in quest’area del Brasile, spesso ritenuti estremamente rilassati per effetto del clima mite, ci sono invece apparsi molto operosi. Il nostro tassista, ad esempio, ci ha raccontato di lavorare circa 12 ore al giorno, sei giorni la settimana! A nostro giudizio, questo centro marittimo e di navigazione è una ricca fonte non soltanto di sviluppo delle attività turistiche ma anche di potenziali opportunità d’investimento.

Tifosi di calcio

Recife sarà una delle 12 città in cui si giocheranno le partite di calcio della 2014 FIFA World Cup Brazil™ e questo spiega perché tante persone siano fortemente impegnate in progetti imperniati sullo sviluppo di infrastrutture e costruzioni locali. Come tutti i brasiliani, gli abitanti di Recife sono pazzi per il calcio (“soccer” in Nord America). Recife è una grande città, con una popolazione di oltre quattro milioni di persone, e ha ovviamente la sua dose di problemi, a cui deve tra l’altro la sua fama di città violenta, anche se il tasso di omicidi è inferiore a quello di molti altri grandi centri urbani, tra cui Detroit e New Orleans negli Stati Uniti.[1]

Probabilmente il pericolo maggiore si cela comunque nell’acqua: il mare al largo delle splendide spiagge di Recife, che rappresentano un’importante attrazione turistica, è infatti infestato da squali aggressivi. Il nome di Recife trae origine dalle scogliere che circondano parti delle spiagge, ma con l’alta marea gli squali riescono ad avvicinarsi costringendo così bagnanti e surfisti a prestare estrema attenzione. Dal 1992 a oggi sono stati registrati oltre 50 attacchi di squali, alcuni dei quali mortali. Nel 1995 è stato bandito il surf nella fascia costiera dinanzi alle spiagge della città e le autorità statali hanno cercato di contrastare gli attacchi degli squali installando cartelli con la segnalazione del pericolo lungo le spiagge e usando motovedette per catturare gli squali in prossimità della costa. Pur figurando tra le prime dieci località al mondo per gli attacchi di squali, ovviamente Recife non è l’unico posto al mondo in cui essi rappresentano un problema. L’elenco comprende anche località in Australia e Sudafrica, oltre ad Hawaii, California e Florida negli Stati Uniti. La buona notizia è che il governo di Recife ha adottato misure rigorose per contribuire a prevenire tali attacchi.

 

 

Dalla soffice sabbia al cemento armato

Ovviamente, non ci siamo recati a Recife per vedere le sue spiagge sabbiose, ma per valutare una società produttrice di cemento armato precompresso. Ciò ha comportato la visita di vari cantieri edili, soprattutto per la costruzione di edifici industriali e altri edificicon ampie strutture. Il cemento armato precompresso è un robusto materiale strutturale che viene utilizzato per sopperire alla scarsa resistenza a trazione naturale del cemento; è costituito dalla combinazione di cemento a robustezza elevata e bande di acciaio e trova impiego in vari elementi strutturali, come travi, pavimentazioni e ponti.

Uno dei migliori esempi di impiego del cemento armato precompresso da noi esaminati è stato il Rio Mar Mall, un impressionante edificio appena completato, moderno e ottimamente progettato.

Una panoramica di un cantiere sotto il sole di Recife, Brasile

Abbiamo visitato anche l’area Suape Industrial Port Complex. Grazie agli incentivi fiscali statali, negli anni Settanta e Ottanta sono nate in Brasile molte imprese industriali. Nell’area di Suape Port si sono attualmente insediate numerose industrie che svolgono svariate attività, quali la produzione di birra, l’inscatolamento di prodotti alimentari, la fabbricazione di componenti elettronici per l’industria dell’auto e tessile. In un grande cantiere navale abbiamo visto due unità navali estremamente complesse per la produzione petrolifera, attualmente in fase di costruzione, nell’ambito delle iniziative governative volte a soddisfare con risorse locali brasiliane le esigenze dell’industria petrolifera offshore, inclusa la realizzazione di navi da trivellazione, unità navali di produzione e piattaforme offshore.

Sempre in quest’area, abbiamo inoltre visitato un enorme progetto di costruzione su 13.500 ettari che comprende una raffineria di petrolio e un complesso petrolchimico, oltre a numerosi progetti industriali di supporto e accessori. Si tratta di una joint-venture tra Brasile e Venezuela il cui obiettivo è lavorare il greggio prodotto dai due paesi per produrre diesel e altri prodotti petrolchimici allo scopo di soddisfare la crescente domanda proveniente dalla regione nordorientale del Brasile. Il costo iniziale stimato del progetto era di 2,5 miliardi di dollari statunitensi, ma stando ai dati comunicati le spese preventivate sono salite a oltre 16 miliardi. La collaborazione si è in parte incrinata per problemi politici e di finanziamento, ma la China Development Bank ha proposto di offrire il 75% delle garanzie dei prestiti necessari per continuare, in cambio di future forniture di petrolio. La costruzione è iniziata nel 2006 e non è ancora stata completata. Un’occhiata panoramica all’enorme cantiere ci ha permesso di vedere un’attività frenetica, ma il completamento dell’opera per quest’anno appare un obiettivo ambizioso, alla luce dei tanti lavori ancora da ultimare.

Una volta completato, il complesso petrolchimico di Recife sarà potenzialmente in grado di apportare benefici al popolo brasiliano. Lo zucchero è uno dei prodotti agricoli primari del paese e la produzione di etanolo dallo zucchero è un’industria importante. Grazie a questi progetti, uniti all’esplosione del turismo, Recife ha un’attività pulsante. La crescita della popolazione è a sua volta uno dei fattori all’origine del brillante andamento delle vendite al dettaglio, come dimostra l’affollamento dei centri commerciali. Nella regione nordorientale del Brasile, stiamo individuando una serie di potenziali opportunità d’investimento e prevediamo di trascorrere più tempo in tale area. Per evitare pericoli, escludiamo però di dedicarci al surf!

 


Twitter

Leave a reply

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con un asterisco sono obbligatori *