Investire nei Mercati Emergenti

Ambizioni olimpiche brasiliane

Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese, Tedesco

Nell’ultimo anno, il Brasile è stato in prima pagina non soltanto per motivi politici ed economici, ma anche sportivi, essendo il paese che ad agosto ospiterà i Giochi Olimpici Estivi 2016. Il Brasile non è estraneo all’organizzazione di grandi eventi internazionali, quali la FIFA World Cup dello scorso anno e il famoso Carnevale, che ogni anno attira turisti da tutto il mondo. Quest’anno ho avuto la fortuna di trovarmi nuovamente a Rio de Janeiro durante il Carnevale e ho potuto così sondare l’umore dei brasiliani in quella che si è rivelata la peggiore recessione del paese degli ultimi decenni. Ho anche avuto l’opportunità di visitare alcuni dei siti previsti per le manifestazioni olimpiche e vedere i preparativi in corso per accogliere gli afflussi di atleti e spettatori.

Brazil's Carnival
Carnevale brasiliano

Celebrazione del Carnevale

Quando sono arrivato sulla spiaggia di Copacabana, le celebrazioni del Carnevale erano già iniziate. Nonostante la difficile situazione economica del Brasile (il prodotto interno lordo ha subito una contrazione del 3,8% nel 2015 e per quest’anno si prevede una percentuale altrettanto negativa), tutti sono sembrati pronti a festeggiare e divertirsi. Le strade di Rio erano animate dai tradizionali blocos, bande musicali che facevano ballare folle da duecento a più di un milione di persone. Le strade lungo il percorso della parata erano percorse da camion con piattaforme su cui si esibiscono danzatori e cantanti e sotto le quali sono collocati enormi altoparlanti che diffondono musica a tutto volume.

I gruppi che sfilano per il Carnevale sono chiamati “scuole” perché i più antichi tra loro si esercitavano in prossimità di una scuola. Rio conta oltre 70 scuole di samba che selezionano temi, scrivono testi e musiche, realizzano costumi e carri e si esercitano tutto l’anno per avere successo nelle parate. Sono classificate in base a una rigorosa gerarchia strutturata in diverse categorie concorrenti. Dopo il passaggio del corteo di una di queste scuole, gruppi di addetti alle pulizie con divise color arancione passano con grandi scope e spazzatrici motorizzate per pulire la strada, preparandola per il passaggio della scuola successiva. I brasiliani sembrano per natura ottimisti, spesso in grado di trarre il meglio da una situazione difficile o da un lavoro umile e poco attraente. Un anno, ho visto uno dei netturbini divertirsi giocando con la scopa come se fosse uno strumento musicale e ballarci intorno, facendola stare ritta su un’estremità. La folla si è entusiasmata ed è diventato un protagonista abituale dello spettacolo. Quest’anno neanche la minaccia del virus Zika è apparsa frenare l’entusiasmo: sono stati osservati variopinti costumi da virus Zika e ho scoperto anche un carro allestito sul tema Zika. Da quello che ho visto, non è corretto definire i brasiliani come “depressi” o “infelici”, nonostante le difficoltà cui devono far fronte.

Brazil_carnival_2016
Carnevale brasiliano

Ciò detto, l’atteggiamento gioioso e spensierato dei brasiliani, o quanto meno dei carioca (il nome degli abitanti di Rio), può essere fuorviante. Infatti, ho anche constatato che sono persone che si impegnano molto duramente nel lavoro e affrontano con grande serietà le difficoltà cui devono far fronte. Quando il Brasile è stato scelto per ospitare il campionato di calcio della FIFA World Cup nel 2015, molti hanno dubitato che potesse rispettare le scadenze per il completamento delle varie costruzioni e prepararsi adeguatamente ad accogliere le folle. Non ho dubitato un istante che potessero farcela, perché avevo visto le parate del Carnevale nel Sambodromo di Rio dove dalle sette di sera alle sette di mattina migliaia di ballerini, musicisti ed enormi carri complessi ballavano e sfilavano in mezzo a folle di ammiratori in modo ordinato e disciplinato, entro limiti di tempo molto rigidi. Ho pensato che se i Brasiliani erano capaci di organizzare un evento del genere ogni anno, potevano gestire grandi eventi sportivi come la World Cup o le Olimpiadi.

Scene, suoni — e profumi — di Rio

Rio è importante per il Brasile non soltanto per il famoso Carnevale (a mio giudizio il più grande spettacolo del mondo), ma anche perché è sede di alcune grosse società, sebbene San Paolo sia considerata il cuore industriale e bancario del paese. Rio ha anche una storia importante, dato che è stata la capitale del paese prima che ne rilevasse il ruolo l’ultramoderna Brasilia, che vanta straordinari edifici progettati dal famoso architetto brasiliano Oscar Niemeyer.

All’inizio del XVI secolo, quando gli esploratori portoghesi entrarono nella Baia di Guanabara di Rio e videro le gigantesche montagne rotonde, le chiamarono Pão de Açúcar, che in portoghese significa “pan di zucchero”. A quell’epoca lo zucchero veniva collocato in stampi di terracotta di forma conica, simili alle cime delle montagne di Rio. Negli ultimi tempi, la Baia Guanabara è diventata oggetto di contesa per ragioni un po’ più spiacevoli. Nel fine settimana, stavamo percorrendo in bicicletta la strada che costeggia la bella spiaggia di sabbia bianca di Botafogo, nella Baia di Guanabara, con il Pan di Zucchero sullo sfondo. Siamo rimasti colpiti dal terribile odore acre causato dal notevole inquinamento nella baia, il motivo per cui quella spiaggia era deserta. Nella baia sono stati registrati vari versamenti di petrolio e una volta una perdita di 1,3 milioni di litri da un oleodotto sottomarino ha distrutto ampie aree del suo ecosistema di mangrovie. Nella baia si scarica anche la rete fognaria delle comunità circostanti. Secondo il programma nella baia si dovrebbero tenere le gare di vela dei prossimi Giochi Olimpici e ci siamo chiesti se il governo sia in grado di ripulirla, anche con l’aiuto di esperti olandesi.

The ultramodern Museum of Tomorrow
L’ultramoderno “Museo del Domani”

Ciò nonostante, ci sono molti punti della città famosi per altre ragioni e che vale la pena visitare. Guidando per circa mezz’ora lungo la costa fuori Rio, abbiamo attraversato anche il distretto di Barra, con molti lussuosi grattacieli di appartamenti lungo un’ampia spiaggia, dove le onde si infrangevano su chilometri di sabbia bianca. Sull’oceano si vedevano numerosi kitesurfer, che volavano tra le creste delle onde. Considerando che vi devono essere alcune migliaia di appartamenti, è chiaro che molti carioca sono ricchi e hanno uno stile di vita lussuoso.

Lady Liberty reigns at the New York City Center Mall, Brazil
Lady Liberty regna al New York City Center Mall, Brasile

Dietro questi grattacieli di appartamenti, ci sono grandi centri commerciali con tutti i marchi più famosi e un’ampia scelta di ristoranti, dai fast food a quelli lussuosi. Uno di questi centri si chiama “New York City Center” e dinanzi a esso vi è una gigantesca Statua della Libertà. Nel centro, abbiamo visto il film “Deadpool”, una versione satirica di un fumetto Marvel. Il film era sottotitolato in portoghese, ma faceva costante riferimento a vari attori, personaggi ed eventi della televisione, del teatro, di videogame e film statunitensi che pensavo non potessero essere capiti da un pubblico straniero. Mi ha sorpreso scoprire che tutto il pubblico, costituito principalmente da giovani brasiliani, ridesse continuamente, mentre io capivo a mala pena metà delle battute. Questo mi ha fatto capire quanto sia diventata globale la cultura e come i giovani di tutto il mondo abbiano modo di conoscere molto di più di quello che potevo conoscere io quando ero giovane.

Ambizioni olimpiche brasiliane

Dal centro commerciale ci siamo diretti in macchina al vicino sito delle Olimpiadi del 2016, l’HSBC Arena (un nome che potrebbe cambiare in Bradesco Arena, in quanto recentemente Bradesco Bank ha acquistato le attività di HSBC in Brasile). Abbiamo guidato lungo numerose superstrade convergenti sul villaggio olimpico, nella cui area sorgevano almeno sette stadi e arene. Sullo stadio della pallamano c’era un cartello indicante che la costruzione è costata 158 milioni di real (la valuta brasiliana), equivalenti a circa 42 milioni di dollari statunitensi. È ovvio come alla luce delle difficili condizioni dell’economia brasiliana quel genere di spese abbia attirato le critiche. Su una cancellata di legno abbiamo visto graffiti di protesta che proclamavano “Lava Jato Olímpico”, ossia “Olimpiadi autolavaggio”, associando le spese per le Olimpiadi allo scandalo per corruzione chiamato “autolavaggio” che attualmente scuote il paese. Alcuni brasiliani si sono lamentati per lo spreco dei soldi pagati al fisco. Resta da vedere se il Brasile potrà recuperare gli investimenti nelle Olimpiadi grazie a un aumento del turismo, ma il paese avrà l’opportunità di brillare e auspicabilmente riuscirà a ottenere dai Giochi una copertura stampa più positiva e un atteggiamento migliore.

Non lontano dall’area delle Olimpiadi, abbiamo attraversato la Cidade de Deus (“City of God”), un’area di abitazioni costruite nel 1960 per le persone a basso reddito, nell’intento di spostare i poveri dalle favelas nel centro di Rio verso i quartieri periferici. Tale area, in cui vivono circa 40.000 persone a basso reddito, ha ispirato il film “City of God”, sulla criminalità infantile nelle aree povere di Rio, che ho trovato sconvolgente. L’area è stata considerata per molto tempo la parte più pericolosa di Rio, in netto contrasto con il ricco quartiere costiero a soli 15 minuti di macchina.

Olympic stadium under construction
Stadio olimpico in costruzione

Oltre a costruire le infrastrutture olimpiche, Rio ha lanciato un ampio programma di opere pubbliche e abbellimento. Un progetto è consistito nel rinnovamento della vecchia area portuale cittadina, diventata fatiscente e separata dal mare da un’orribile strada sopraelevata. Questa strada è stata demolita e il traffico dirottato in tunnel sotterranei. L’area così liberata dinanzi alla baia è ora la sede del Museo del Domani, uno stupefacente edificio nuovo e moderno progettato da Santiago Calatrava Valls, un architetto neofuturista, ingegnere strutturale, scultore, pittore e designer spagnolo. Ho avuto il piacere di visitare il suo splendido complesso della Città delle Arti e delle Scienze a Valencia, in Spagna. Calatrava ha inoltre progettato l’incredibile Transportation Hub dell’One World Trade Center di New York. Aperto a dicembre 2015, il Museo del Domani brasiliano è una struttura bianca in acciaio e cemento armato, con un tetto bianco che si libra in aria e vasche di raccolta dell’acqua piovana per il sistema idraulico, oltre a vasche per il filtraggio naturale dell’acqua proveniente dalla baia. Il museo è molto frequentato e abbiamo dovuto fare una coda di mezz’ora per entrare. Abbiamo ritenuto che fosse valsa la pena di aspettare, perché il museo è pieno di affascinanti esposizioni interattive sulla natura, l’ambiente, la popolazione e altro ancora.

At the Museum of Tomorrow in Rio
Al Museo del Domani di Rio

Repressione della corruzione

Nonostante le abbondanti risorse naturali, l’enorme distesa di terre e la popolazione numerosa, l’inettitudine della burocrazia costa all’economia brasiliana miliardi di dollari ogni anno e impedisce al paese di esprimere il proprio potenziale economico. Secondo il direttore della maggiore associazione industriale brasiliana, la Federação das Indústrias do Estado de São Paulo (FIESP), la corruzione costa all’economia ben 32 miliardi di dollari statunitensi all’anno.

Negli ultimi anni, si è intensificata la lotta contro la corruzione, portando tra l’altro ad arresti di alti dirigenti, banchieri, politici e altri. In un caso, un sospettato ha preso il proprio jet privato poche ore prima dell’arresto, facendosi poi trovare in una suite di un albergo sulla spiaggia Ipanema di Rio, per evitare l’imbarazzo di essere portato via in manette. Le testimonianze videoregistrate sono state postate anche online affinché tutti, in Brasile e nel mondo, potessero vederle. Il settore finanziario ha naturalmente risentito degli scandali e l’arresto del direttore generale di una delle maggiori banche di investimenti brasiliane ha in effetti messo in pericolo la liquidità del sistema, poiché l’istituto era non soltanto la maggiore banca di investimenti ma anche un broker primario.

Rennovation in Rio’s old port area
Restauri nella vecchia area portuale di Rio

Al lavoro a Rio

È importante ricordare che, come molti paesi nel mondo, il Brasile sta cercando di sviluppare una struttura politica ed economica efficiente e transizioni di questo tipo non sono sempre agevoli. Tra il 1964 e il 1985 il paese è stato governato da una dittatura militare, che tra l’altro ha lasciato in eredità le leggi che davano agli appaltatori brasiliani il monopolio su contratti governativi che escludevano i concorrenti esteri e concedevano agevolazioni fiscali e credito agevolato. Tuttavia le cose sembrano lentamente cambiare e alcuni dei nostri viaggi a Rio ci hanno consentito di prefigurare un quadro più ottimistico per il futuro.

Nelle nostre visite, ci siamo recati nella sede centrale di una grande catena di vendita al dettaglio che si concentra su articoli a basso prezzo come biscotti, dolci, CD, abbigliamento, giocattoli, elettronica e altri articoli per la casa. I funzionari della società hanno affermato che nonostante il quadro macroeconomico negativo in Brasile il loro modello di bassi prezzi ha contribuito a rendere le vendite resilienti, accelerando il ritmo di espansione nel paese. Ci hanno detto con orgoglio di non cercare scuse per i periodi di performance negative e che non intendevano addurre problemi economici o il cattivo tempo come motivi delle vendite deludenti. Al contrario, si stavano concentrando su come aumentare le vendite nei negozi fisici e online e stavano cominciando ad aggiungere un maggior numero di prodotti private-label, che contribuiscono ad aumentare i margini di utili e a esercitare pressione sui fornitori per ottenere prezzi bassi. Inoltre, stanno cominciando a offrire ai clienti servizi di ritiro nei negozi. Erano fieri del fatto che tutti gli attuali dirigenti dei negozi erano stati formati all’interno dell’azienda, aggiungendo che quando aprono un nuovo negozio, prendono i dirigenti di livello inferiore dei team esistenti e li spostano nel nuovo negozio.

Questo modello mi ispira, come investitore ed è soltanto un esempio di come le società continuino a lavorare alacremente e possano in effetti superare il contesto economico e politico negativo. A mio giudizio, il paese supererà le attuali turbolenze e riemergerà in futuro come una nazione riformata, a crescita elevata.

Note Informative e Legali

I commenti, le opinioni e le analisi espressi nel presente articolo hanno finalità puramente informative e non devono essere considerati come una consulenza individuale in materia di investimenti né come una raccomandazione a investire in un titolo o ad adottare una strategia d’investimento. Le condizioni di mercato ed economiche sono passibili di rapidi cambiamenti, pertanto i commenti, le opinioni e le analisi si intendono resi alla data di questo post e sono soggetti a modifiche senza preavviso. Il materiale non intende costituire un’analisi completa di tutti i fatti rilevanti relativi a un paese, una regione, un mercato, un settore, un investimento o una strategia.

Importanti Informazioni Legali

Tutti gli investimenti comportano rischi, inclusa la possibile perdita del capitale. Gli investimenti in titoli esteri comportano rischi particolari quali fluttuazioni dei cambi, instabilità economica e sviluppi politici. Gli investimenti nei mercati emergenti, un segmento dei quali è costituito dai mercati di frontiera, implicano rischi più accentuati connessi con gli stessi fattori, oltre a quelli associati alle dimensioni minori dei mercati in questione, ai volumi inferiori di liquidità e alla mancanza di strutture legali, politiche, economiche e sociali consolidate a supporto dei mercati mobiliari. I prezzi delle azioni subiscono rialzi e ribassi, talvolta estremamente rapidi e marcati, a causa di fattori che riguardano singole società, particolari industrie o settori o condizioni di mercato generali.

Leave a reply

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con un asterisco sono obbligatori *